Zorya-Roma si è chiusa sul punteggio di 0-3. In gol El Shaarawy, Smalling e Abraham

Zorya-Roma
Zorya-Roma è finita 0-3 per i giallorossi in Ucraina (Foto: YouTube)

Zorya-Roma, il punteggio dice tutto. I giallorossi si riprendono dal Derby e, nonostante alcuni cambi, riescono a portare a casa agevolmente il risultato, specialmente nel secondo tempo. Dato il pareggio 0-0 nell’altra sfida del girone, la squadra di Mourinho è in vetta solitaria nel Gruppo C di Conference League.

Nel primo tempo i giallorossi partono forte e la sbloccano subito con El Shaarawy. Darboe infila bene per il Faraone, che smarca il portiere e fa 0-1. Lo Zorya prova a farsi vivo dalle parti di Rui Patricio, ma è sempre la Roma a creare le occasioni migliori.

El Shaarawy prima e Shomurodov poi, sfiorano ripetutamente lo 0-2, sbattendo sull’estremo difensore ucraino. Il primo tempo di Zorya-Roma si è chiuso sul punteggio di 0-1.

Nella ripresa partono meglio i padroni di casa, che si fanno vedere in area di rigore pericolosamente. Ma appena la Roma accelera diventa devastante. Così arrivano i gol di Smalling su angolo, il palo e la rete di Abraham su azione.

Rimangono solo le briciole agli ucraini, che nonostante tutto sfiorano il gol della bandiera proprio nell’ultima azione della partita, su cui è fondamentale Calafiori. Zorya-Roma è terminata 0-3.

PAGELLE ROMA

Rui Patricio 6: Sempre attento nonostante una partita che non desta particolari preoccupazioni dalle sue parti, portando a casa il clean sheet. Mezzo voto in meno per un’ammonizione evitabilissima.

Ibanez 6: Gioca da terzino destro, quindi anche sul lato di non sua competenza. Mourinho, però lo sceglie al posto di Reynolds per sostituire Karsdorp e il brasiliano fa bene il suo compito: dare sostanza in copertura. Spinge poco, come chiesto dal tecnico.

Smalling 6.5: Buona la prestazione nel totale, avvalorata dal gol di testa su calcio d’angolo, che di fatto spiana la strada per la vittoria. Un brivido scorre sulle schiene sua e di Rui Patricio quando si inventa un retropassaggio che sembra più un tiro.

Kumbulla 5.5: Uno dei pochi ammoniti della partita e anche piuttosto in affanno in difesa. L’albanese non è sempre tranquillo con il pallone tra i piedi e pecca di errato posizionamento su un paio di chiusure mancate. Per poco non combina un pasticcio con Rui Patricio in uscita.

Calafiori 6: Niente di strepitoso, come nelle ultime apparizioni, ma quello che colpisce del giovane terzino è la calma con cui gioca il pallone, facendo praticamente sempre la scelta giusta. Bene in copertura. Evita il gol dello Zorya.

Darboe 7: Non giocava dallo scorso anno e Mourinho gli concede una chance per dimostrare di essere utile a centrocampo. Il ragazzo ci mette pochi minuti a far capire di che pasta sia fatto, servendo l’assist per El Shaarawy. Molti i palloni ben giocati e splendida l’incursione in area che poteva regalargli la gioia del gol nella ripresa. Ottimo in fase di copertura e interdizione.

Cristante 6: Gioca una partita di ordinaria amministrazione, seppur con qualche pallone complicato di troppo. Sufficiente nel complesso.

Carles Perez 6: Non è atomico come in altre occasioni davanti, ma qualche giocata la mette a segno ed è prezioso davanti alla propria area di rigore, dove mura almeno 3 conclusioni dello Zorya dal limite. Nella ripresa il portiere gli nega il gol.

Pellegrini 6.5: Al piccolo trotto nel primo tempo, dove comunque fa vedere qualcosa del proprio repertorio. Eccellente nella ripresa, specie quando entrano due pezzi da 90 come Zaniolo e Abraham.

El Shaarawy 6.5: Nel primo tempo è un conto aperto contro il portiere avversario. Una delle sfide la vince lui, saltandolo di netto e mettendo in porta il pallone del vantaggio. C’è anche il suo zampino nel gol dello 0-3 di Abraham.

Shomurodov 5.5: Non la miglior partita dell’ex Genoa da quando è in giallrosso. Si vede poco e non è grintoso come in altre occasioni, ma la chance per far male allo Zorya ce l’ha. Peccato rimanga ipnotizzato dal portiere avversario al momento della conclusione.

SUBENTRATI

Zaniolo (dal 63esimo) 6: Corre, spezza il gioco avversario, serve un pallone d’oro ad Abraham che non aggancia per un soffio. Porta brio sulla destra.

Abraham (dal 63esimo) 7: Fa più l’inglese in 27 minuti che molti altri giocatori messi insieme. Palo, gol e tanta grinta, provando a recuperare diversi palloni nella trequarti avversaria. Impatto mastodontico.

Diawara (dal 70esimo) 6: Una buona giocata a centrocampo e un paio di palloni recuperati.

Villar (dal 77esimo) S.V: Fa una cosa buona, la conclusione dal limite sventata dal portiere ucraino, e una pessima, regalando un contropiede uscendo male a centrocampo.

Borja Mayoral (dal 77esimo) S.V: Un tiro e poco più.

Allenatore José Mourinho 6: Si chiedeva alla squadra una doppia risposta: una mentale e una di risultato. I giocatori le hanno date entrambe. Sia le seconde linee che i titolari hanno fatto il loro compito, mettendosi alle spalle il derby e vincendo una partita sbloccata subito, senza che potesse diventare maledettamente più complicata. Ora sotto con l’Empoli.

PAGELLE ZORYA: Matsapura 6.5; Favorov 5, Imerekov 5, Cvek 4.5, Khomcenovskyi 6; Nazaryna 5.5, Buletsa 5, Kochergin 5; Sayyadmanesh 6, Gromov 6, Kabaiev 5.

SUBENTRATI: Snurnicyn S.V; Zahedi 6; Lunyov S.V; Cristian 5; Owusu S.V.

Allenatore Viktor Skripnik: 5.5.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE…Zorya-Roma, precedenti, probabili formazioni, arbitro e dove vederla in TV

Zorya-Roma, la moviola della partita: Godinho

Godinho Arbitro Roma
Luis Godinho ha diretto la sfida tra Zorya e Roma (Foto: YouTube)

Arbitro Luis Godinho 6: Corrette le ammonizioni per Rui Patricio, per perdita di tempo, e Kumbulla, che commette fallo al limite dell’area: giusto non decretare rigore ma solo punizione dal limite per lo Zorya. Regolari tutti i gol della Roma, compreso quello di Abraham, che è si più avanti dell’ultimo difensore ucraino, ma riceve palla dai giocatori avversari e, quindi, è in gioco.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE…Zaniolo, niente squalifica: ammenda da 10mila euro per il gesto nel Derby

Lorenzo Sambucci